CapelliProblemi di capelli

La caduta dei capelli nell’uomo

La caduta dei capelli nell’uomo è un fenomeno che può avere una componente genetica/ereditaria ma è certamente aggravato e accelerato da una serie di concause legate allo stile di vita, all’alimentazione, ad anomalie occasionali del cuoio capelluto, all’assenza di una adeguata prevenzione. Solitamente inizia a manifestarsi con una lieve stempiatura frontale, e progredisce nel tempo con un diradamento che si estende ad altre zone del capo secondo lo schema classificato dalla cosiddetta Scala Norwood.

scala norwood

Oltre alla componente genetica/ereditaria le principali cause del diradamento maschile possono essere:

  • stress: una vita frenetica e stressante certamente non favorisce la salute dei nostri capelli. Benché la scienza non abbia ancora chiarito del tutto la correlazione fra stress e caduta dei capelli, molte persone lamentano questo disturbo proprio in corrispondenza di periodi della vita particolarmente stressanti.
  • seborrea: soffrire di cuoio capelluto perennemente grasso non è indice di salute per i capelli che, in questo caso, tendono a diventare spesso unti dando la sensazione di essere sempre sporchi. Una quantità eccessiva di sebo sul cuoio capelluto, inoltre, ostacola la normale attività dei follicoli piliferi.

caduta capelli uomoLa perdita dei capelli è un problema estetico, ma può anche essere indice della carenza di cure adeguate per la propria cute e la propria chioma. Grazie agli sviluppi delle scienze tricologiche la caduta dei capelli è un fenomeno che, in molti casi, può essere arrestato abbinando trattamenti specifici a prodotti e tecnologie all’avanguardia.

Dopo aver effettuato un check-up gratuito ed, eventualmente, trattamenti tricologici personalizzati i capelli possono tornare alla robustezza originaria, ricrescere laddove le radici pilifere siano ancora attive e permetterci di ritrovare una condizione di benessere e rinnovata fiducia in noi stessi.