Anomalie del cuoio capellutoCapelli

La secchezza della cute

La secchezza del cuoio capelluto, nota anche come asteatosi, è causata dallo scarso contenuto idrolipidico della pelle. Quando il rapporto tra l’acqua e i grassi presenti a livello cutaneo viene alterato, subentrano anomalie specifiche del cuoio capelluto le cui caratteristiche variano in base al rapporto di prevalenza delle due sostanze. In particolare potrebbe presentarsi

    problema cute secca

  • Cute secca disidratata. Quando le ghiandole sudoripare non funzionano correttamente, la cute dei capelli soffre una carenza di afflusso d’acqua. La presenza di quest’ultima è necessaria per la termoregolazione del cuoio capelluto, per favorire la corretta distribuzione del sebo, per difendere la cute dagli agenti ambientali e batterici esterni.
  • Cute secca alipidica. Quando le ghiandole sebacee non producono una quantità sufficiente di sebo, la cute soffre di carenza di grassi. Oltre a diventcare più secco e rugoso, il cuoio capelluto alipidico non è sufficientemente protetto dagli agenti esterni, e non lubrifica a sufficienza il fusto del capello.

E’ possibile risolvere il problema della cute secca attraverso trattamenti tricologici effettuati con prodotti idratanti e nutrienti che agiscano risolvendo sia i problemi di cute disidratata che alipidica.

E’ necessario apportare dall’esterno le sostanze di cui necessita il nostro cuoio capelluto attraverso dei massaggi che producano la vasodilatazione dei capillari. Questa operazione permette di irrorare i follicoli con il giusto apporto di sostante nutritive trasportate dal sangue oppure grazie a trattamenti laser che, favorendo la stimolazione dei bulbi piliferi, possano ristabilire una corretta e equilibrata produzione di sebo.